Sesso a tre con due spagnole

Ciao! Sto per raccontarvi una esperienza durante il mio soggiorno in Spagna quando ero studente Erasmus. Dopo tre mesi, mi sono fatto una ragazza, Maria.

Una sera avrei dovuto bere qualcosa con la mia compagna che mi ha detto che vuole invitare anche una sua amica. Dopo che ci siamo incontrati abbiamo deciso di andare a bere in un club. Dopo che ci abbiamo parlato di varie cose e abbiamo bevuto del vino, a un tratto, forse anche a causa dell’alcol, la mia ragazza mi ha detto che voleva che facciamo sesso a tre anche con la sua amica. Considerando che tra tre mesi sarei tornato in Italia, abbiamo deciso fin dall’inizio della relazione di avere una relazione aperta. Isabel ci dice che siamo una bellissima coppia e che siamo entrambi sexy e io le ho risposto che anche lei è sexy. Alla fine Maria non si e più trattenuta e ha proposto di fare sesso a tre. All’inizio abbiamo riso tutti, ma poi la discussione è diventata sempre più seria. Senza aspettare più, con massima gioia, abbiamo deciso di andare a casa della mia ragazza. Abbiamo deciso di comprare due bottiglie di vino. Dopo che abbiamo svuotato la prima bottiglia di vino, ci siamo lasciati trasportare dall’onda e abbiamo iniziato a baciarci appassionatamente.

Sentivo le loro mani morbide che mi stessero toccando e mi stessero spogliando a poco a poco, e poi le mani si abbassarono verso il mio cazzo troppo grosso e già molto duro, afferrandolo e iniziando entrambe a strofinarlo lentamente. Poi lo hanno tirato fuori e hanno cominciato a succhiarlo insieme come due troie in calore. Mentre lo succhiavano, si baciavano con la mia testa di cazzo nelle loro bocche calde. Avevo davanti a me due spagnole xxx davvero troppo sexy che si baciavano con il mio cazzo in bocca e poi io ho afferrato ciascuno dei loro seni e ho iniziato a leccarli uno a uno. Ho detto alle ragazze di sdraiarsi sulla schiena e di aprire le gambe in modo che potessi infilare le dita nelle loro fighe contemporaneamente. Potevo sentire come la figa stretta e rasata della mia ragazza si stava contraendo e la figa d’Isabel notevolmente più ampia e più calda, mi stavano chiamando dentro di loro. Il liquido caldo e succoso ora scorreva da entrambe le fighe e allora mi sono messo a leccarle con una voglia tremenda.

Poi mi sono alzato e ho infilato prima il mio cazzo troppo grosso nella figa della mia ragazza che mentre urlava dal piacere si baciava con Isabel. Erano la entrambe a pecorina sul divano e mentre sfondavo la figa di Maria con il cazzo, masturbavo la figa di Isabel con le dita. In poco tempo ho preso anche Isabel. Quando l’ho penetrata ha rilasciato un forte grido di piacere e il cazzo mi fece scivolare fino in fondo senza il minimo sforzo, era bagnata straordinariamente e la sua vagina era estremamente allargata, come se fosse stata scopata da ore intere. Ho iniziato a scoparle a turno e senza sosta in quella posizione perché cosi avevo una vista spettacolare. I culi tondi delle due spagnole xxx che mi facevano impazzire e ho continuato a sfondare cosi le loro fighe per quasi dieci minuti fino a quando non ho resistito più e mi sono svuotato le palle dentro la figa della mia ragazza. Isabel poi si e messa a leccare la mia sborra sulla figa di Maria e poi hanno cominciato a baciarsi. Ci siamo rilassati per un po e poi siamo andati a fare la doccia.

Pompini trans per la prima volta

Ciao, sono Luca e vivo a Milano. Voglio raccontarvi la mia prima esperienza con un trans. Credo che sono passati quasi 10 anni da allora. Un sabato, annoiato in casa, entro online a guardare porno. Ho sfogliato tante pagine mentre mi toccavo il cazzo nello stesso tempo, fino a quando sono andato su un sito tubo trans con diversi filmati eccitanti con trans che si scopano tra di loro e scopano maschi e femmine e anche video con pompini trans. Di conseguenza, ho avuto uno stato di eccitazione che non potevo credere. Mi e venuta l’idea di cercare una cosa nuova sessuale e di trovare un trans per scopare. Ho entrato su un sito d’incontri per cercare dei transessuali vicino a me. Ho creato un conto e ho pubblicato le mie preferenze. Mi scrive subito un ragazzo e iniziamo a parlare e lui mi dice che e nella fase della transizione.

Mi ha raccontato che vuole diventare una ragazza e ha cominciato la sua transizione e vuole diventare completamente ragazza pero che e nella fase iniziale e che ancora ha il cazzo al suo posto. Dopo che abbiamo stato quasi due ore a chattare, siamo stati d’accordo d’incontrarci in serata in un locale. Quando l’ho visto che veniva verso di me non potevo credere ai miei occhi. Il tipo sembrava davvero una tipa! Ed era anche sexy! Sono rimasto davvero sorpreso dal suo viso con dei lineamenti fini e femminili. Ho notato che aveva già due tette piccole. Ci siamo seduti a mangiare una pizza e abbiamo parlato di tutto. Era un ragazzo molto tranquillo. Mi ha detto che fin da piccolo non si sentiva bene con se stesso e quando e arrivo all’eta di 20 anni ha capito che il suo problema era che non voleva più essere un ragazzo. Poi mi ha fatto parlare della sua transizione e delle sue esperienze sessuali. In quel momento ha iniziato a eccitarmi e gli ho detto che sono etero ma che sono curioso di sapere come sarebbe farmi succhiare da un transessuale.

Ci siamo alzati e siamo andati a casa sua. Mi chiede se voglio farmi una doccia. Fuori faceva caldo e avevo veramente bisogno di una doccia. Entro nella doccia tutto eccitato lasciando la porta aperta. Il mio cazzo era già duro come una roccia e comincio a schiumare velocemente quando sento una mano morbida entrare tra le mie gambe e accarezzarmi la pelle. Mi giro e lo vedo. Aveva una lunga parrucca nera che arrivava sulle spalle, vestito con una vestaglia trasparente con perizoma e reggiseno. Una immagine davvero eccitante che mi ha fatto arrapare di più. Mi ha fatto girare lentamente e si e messo in ginocchio assaggiando nello stesso tempo il mio cazzo bagnato. Ha iniziato a leccarlo con la lingua fino alle mie palle mentre l’acqua riempiva la sua bocca. Poi lo ha presso tutto in bocca e mi ha succhiato con una passione e una dedizione che non avevo mai provato prima. Erano i miei primi pompini trans e sapeva farli davvero alla grande! Succhiava il cazzo cosi bene che non ho resistito più di cinque minuti e ho finito nella sua bocca. Quello che mi piaceva di più era che non se lo toglieva di bocca finché non avevo finito d’ingoiare tutta la mia sborra…

La mia zia pompinara

Io e la mia zia, ora 49 anni, andavamo molto d’accordo da quando ero piccolo, era la mia migliore amica, le mie fantasie su di lei sono iniziate molto tempo fa. Sempre quando guardavo un film porno italiano streaming pensavo a lei e mi masturbavo come un pazzo. Durante una vacanza estiva qualche anno fa quando ero ancora studente, sono andato da lei visto che stava vicino al mare. Ha avuto una grande delusione in amore e da allora non ha più trovato nessuno ed è rimasta da sola.

Durante una sera siamo andati per una passeggiata e poi ci siamo seduti su un terrazzo per bere qualcosa. Mentre parlavamo dell’una, dell’altra, la mia zia si lamentava che non riusciva più a trovare un uomo e che anche lei aveva bisogno di qualcosa per sentirsi viva. Nella mia mente potevo darle ciò di cui aveva bisogno ma non sapevo come dirglielo. Abbiamo continuato con qualche birra e dopodiché siamo tornati a casa. Dopo che mi sono cambiato sono andato nella sua stanza per guardare insieme un film. Mi ha stupito vederla solo in mutandine e reggiseno. Allora aveva 43 anni ed era una donna davvero sexy con dei seni grandi e belli e un sedere abbastanza fermo e tondo. Indossava un reggiseno di pizzo bianco attraverso il quale si vedeva metà dei suoi seni e delle mutandine bianche con lo stesso pizzo, nella parte anteriore che mostrava un po’ di peli pubici. Stavo iniziando a eccitarmi e non riuscivo a staccare gli occhi da lei. Ha finito di rifare il letto e mi ha detto che avrebbe dormito così perché faceva caldo e che potevo dormire solo in boxer se volevo. Siamo andati a letto a guardare la TV. Non stavo prestando attenzione, continuavo a pensare a lei, come sarebbe stata nuda, cosa le avrei fatto se l’avessi vista nuda. Mi sono alzato per andare a prendere qualcosa da bere e allora la mia zia ha visto il gonfiamento sotto i miei boxer. Ha iniziato a ridere mi ha chiesto se stavo pensando a lei. A un tratto mi ha tirato verso di lei e ho iniziato a baciarla appassionatamente e poi mi sono fermato nella zona del suo seno, che ho continuato a leccare prima attraverso il reggiseno e poi senza reggiseno. La zia era tutta bagnata mentre io mi sentivo al settimo cielo. Ho tirato fuori il cazzo e ho iniziato a picchiarla sulle tette e sulla bocca. Poi sono andato giù e le ho leccato la sua figa calda.

Era tutta bagnata, ho continuato a giocare con la sua figa, gemeva di piacere. Alla fine le ho messo il cazzo dentro in bocca. Lo adorava da morire, era morta dopo il cazzo, e io continuavo a pompare e pompare la sua bocca. L’ho lasciata succhiare, lei era una professionista, una grandissima pompinara! Anche se diceva che non aveva avuto parte di cazzo da tanto tempo, sapeva come fare dei pompini grandiosi! Lo assaggiava con una voglia tremenda. Non aveva dei problemi d’ingoiare completamente tutti i miei 19 cm. Non voleva più toglierselo dalla bocca mentre lo prendeva tutto fino in gola e lo succhiava sempre con più velocità fino a quando mi ha fatto venire nella sua bocca. Da allora non ho mai incontrato un’altra pompinara cosi brava come la mia zia…

Il mio primo anale

Avevo quasi 18 anni e avevo un ragazzo ossessionato dall’idea di fare sesso anale con me. Non l’avevo mai fatto prima, ma ha continuato a sollevare questo suo desiderio, quindi ho accettato di farlo come regalo per il suo prossimo compleanno. Dopo la sua festa di compleanno, ci siamo ritirati nella sua stanza. Al inizio mi ha fatto guardare dei video xxx di sesso anale per farmi abituare con l’idea. Mise poi un asciugamano sul letto e mi chiese di spogliarmi e d’inginocchiarmi sull’asciugamano con il petto sulle ginocchia e il culo sollevato. Mi sentivo un po’ strana a essere esposta in quel modo, avevamo fatto sesso innumerevoli volte ma mai in quella posizione. Poi ha iniziato a leccare il mio culo. Era una sensazione piacevole e ho pensato che se cosi si sente il sesso anale allora ne vale la pena farlo. Poi ha iniziato a lubrificare il mio ano con un po’ di lubrificante e ha inserito al inizio un dita e poi subito dopo anche la testa del suo pene nel buco del mio ano, facendomi irrigidire, ma mi ha chiesto di rilassarmi. Poi ha iniziato di nuovo a sfondarmi il culo con il dito dentro di me. Non lo avevo mai visto così acceso e volevo davvero renderlo felice, quindi l’ho lasciato continuare. Ho persino afferrato il mio culo con le mani, separandole per permettergli di realizzare la sua fantasia più facilmente.

Presto tolse il dito e si sedette dietro di me. Potevo sentire il suo pene premere il mio buco dell’ano. Il suo pene non era molto lungo, ma era molto grosso. Il mio corpo iniziò a tremare, pensando che mi avrebbe fatto male quando mi sarebbe penetrato. Spinse delicatamente il suo pene nel buco e fu allora che iniziò a farmi davvero male. Ho sentito che mi stava facendo il mio culo vergine a pezzi e ho iniziato a urlare. Non gli ho chiesto di smettere perché volevo che si sentisse realizzato e riuscire a fare quel maledetto anale che tanto desiderava. Quando è riuscito a inserire la testa del suo pene, mi sono svegliata con spasmi incontrollabili, e si è fermato e ha aspettato che passassero, poi ha continuato a spingere il suo pene più in profondità e come senza pietà. Ho iniziato quasi a piangere, ma lui ha continuato a rompermi il culo.

Presto fu a metà strada ma non poteva continuare. Man mano che diventava sempre più eccitato, i suoi movimenti diventavano più veloci e la mia testa sprofondava sempre più nel cuscino con ciascuna delle sue spinte da dietro. Ha continuato a penetrarmi finché non è arrivato e ho sentito il suo sperma sgorgare nel mio ano e sono stata contenta che avesse finito. Il mio culo mi ha fatto male e ha sanguinato nei giorni seguenti e allora gli ho detto al mio ragazzo che il sesso anale lo potrà vedere solo nei video xxx. Anche se lui ha continuato a dirmi che è stato il miglior rapporto sessuale, io non ne ho voluto più sentire del sesso anale…

Le sborrate, il piacere del sesso

Sicuramente ne avete visto dei tanti filmati porno italiani con delle sborrate interminabili. Le sborrate sono l’ultimo atto del rapporto sessuale ma lo sapevate che ci sono dei popoli che credono che gli uomini non dovrebbero mai sborrare, perché lo scopo dello sperma è solo che le persone possano avere dei figli?

Per esempio, secondo gli orientali il piacere dell’orgasmo può esistere molto di più senza questa perdita di materia sessuale. Non posso essere d’accordo con loro perché c’e un fascino e un gioco tra uomini e donne per quanto riguarda le sborrate.

Per le donne, quando scompaiono i sentimenti di disgusto e qualsiasi pregiudizio, è sorprendente come tutto possa trasformare la sborra in un piacere, anche così grande. Quante di voi sanno che sensazioni può creare la sborra nel momento in cui scorre nella tua bocca, quando lo senti svolazzare, si avvicina e piano piano come se tutta l’energia del tuo partner scorresse dentro di te e lo assorbi goccia a goccia mentre ti offre una incredibile sensazione di potere e piacere nello stesso tempo.

Le sborrate a volte possono essere un paradosso di sensazioni, di umiliazione, di perversione, di potere e di una grandissima intimità di coppia. La sensazione che ti dà quando si lascia entrare in te è in un certo senso uguale alla sensazione che le donne generalmente cercano negli uomini. Il bisogno di sentire che il suo uomo è superiore a lei, perché solo così può sentirsi al sicuro e allo stesso tempo può avere il potere su di lui. Quell’uomo forte le appartiene, scorre verso di lei, la sua energia lentamente va via, lentamente in lei, verso di lei…perché lui vive per questa cosa! I maschi adorano le sborrate facciali o vaginali. Adorano imitarsi quelle scene nei filmati porno italiani in quali le donne ricevono delle sborrate abbondanti in bocca o in figa.

Quando il mio ragazzo si siede sopra di me, io tengo la bocca aperta in modo che possa venire sulla mia lingua, nella mia bocca, voglio assaggiarlo, tutto quello che esce dal suo cazzo eretto. Impazzisco dall’eccitazione quando mi schizza la figa e io mi strofino il clitoride con il suo sperma dentro di me e lui mi guarda con piacere, una sensazione di unione di fluidi, la nostra intimità più grande!

Non perdo mai l’occasione di sentire il mio compagno come si scarica la sua sborra, la sua energia dentro di me. Adoro come scorre il suo liquido fuori dalla mia vagina, e una sensazione fantastica.

Mi piace odorare dopo che il mio fidanzato ha eiaculato nella mia bocca e ingoio tutto e  a volte non mi lavo i denti né bevo qualcosa, perché così rimango con il suo gusto. Mi piace sentire ancora il suo gusto, così il piacere continua e in un certo senso, si ripete.  Dopo che mi ha spruzzato e ha finito sul mio corpo, rimango cosi a sentire che una parte di lui mi appartiene, lui mi appartiene.

Non perdete mai queste sensazioni perché le sborrate di ogni tipo sono fatte per godere il sesso al suo livello più profondo.

Sesso e massaggio lesbico con la vicina di casa

Era novembre. Il depresso e brutto mese autunnale. Finalmente ho avuto una giornata libera e tutto ciò che volevo era seppellirmi nei cuscini, nella trapunta ed essere a mio agio nel silenzio e nell’oscurità della mia stanza. Penso di aver dormito per un po’ di tempo quando sento il campanello suonare, erano le 18 di sera. Mi alzo a fatica e mi dirigo verso la porta e vedo la mia vicina di casa. La invito dentro e mentre io mi sono seppellita comodamente nella poltrona in cucina, Roberta si è messa a fare il caffè. Presto cominciò a profumare meravigliosamente di caffè ed era come se mi fossi ripresa dal mio letargo. Abbiamo iniziato a raccontare varie storie, tra le quali lei mi ha dato dettagli della sua vita intima, ha sempre voluto raccontare delle storie. Bene finora, tranne per il fatto che non avevo davvero niente da dire a mia volta, quindi mi ha sempre dato per scontato che fossi lesbica.

Nel frattempo sono andata a fare una doccia mentre Roberta ha aperto una bottiglia di vino, ha preparato un film in soggiorno e delle noccioline.

Il film era divertente, il vino era buono, abbiamo finito l’intera bottiglia e abbiamo ricominciato a mettere a punto i nostri ricordi e segreti. All’improvviso mi sono svegliata con lei accanto a me…che mi baciava. Mi ha sorpreso ma non l’ho rifiutata e ho risposto al suo bacio, ho assaporato la sua lingua dolce e le sue labbra calde. La sua mano scivolò sotto la mia vestaglia e mi toccò i capezzoli e mi accarezzò i seni. Non sapevo se fosse il vino o il suo effetto su di me, ma iniziai a scaldarmi lentamente. Era pazzesco quello che stava succedendo ma non riuscivo a fermarmi così abbiamo continuato a baciarci per un po’. La sua mano è scivolata tra le mie gambe dove ha cominciato a massaggiare la mia figa e il suo dito indice è scivolato tra le mie labbra finché non sono stata tutta bagnata. Sapeva come toccarmi e dove. Mi stavo mordendo le labbra con piacere e lei ha abbassato la bocca verso il mio seno dove c’erano i miei capezzoli, sono stati succhiati come se non fossero mai stati prima. Mi ha slegato la vestaglia e mi ha messo un dito nella figa. Poi mi fa alzare e mi mette con la pancia in giù. Ha cominciato a farmi un massaggio lesbico che mi faceva tremare ogni parte del corpo.

Mi sentivo come un film massaggi erotici. Mentre mi massaggiava dappertutto stavo diventando sempre più umida. Dopo il massaggio lesbico ho sentito di nuovo il suo dito che si muoveva meravigliosamente dentro di me. Poi ha aperto le mie gambe e mi ha guardato negli occhi mentre abbassava la bocca verso la mia figa. Era come se mi facesse sussultare quando mi infilava dolcemente la lingua nella figa. Ha mosso la lingua su e giù tra le labbra della mia figa e poi mi ha penetrato con la sua lingua. Tremavo come una donna disperata mentre Roberta mi leccava più ferocemente. Mi ha messo nello stesso tempo anche le dita nella figa fino alla fine e mi ha scopato in quel modo finché non ho finito di tremare nel orgasmo più eccitante della mia vita…

Page 1 of 7
1 2 3 7